Strumenti


opere recensioni vetrine club dei recensori Concorsi Le Gare E-Book Libri_d_Autore pubblicazioni forum EdoraOnline StoryMaker

venerdì 14 agosto 2009

Les Paul 1915 - 2009

Articolo e foto prelevato da: http://canali.kataweb.it/musica/2009/08/13/addio-a-les-paul-padre-della-rivoluzione-elettrica/



"Addio a Les Paul, padre della rivoluzione ‘elettrica’
È scomparso a 94 anni Les Paul, leggendario chitarrista e inventore dello strumento che porta il suo nome. Con le sue innovazioni ha cambiato il volto della musica mondiale. La morte all'ospedale di White Plains, New York, per le complicazioni di una polmonite.

NEW YORK - Nella top 100 dei migliori chitarristi di tutti i tempi stilata da Rolling Stone Lester William Polfus figurava al quarantaseiesimo posto, giusto sopra Frank Zappa. Ma tutto il mondo lo ricorda con il soprannome di Les Paul, con il quale è stata battezzata la chitarra elettrica Gibson da lui inventata. Una specie di feticcio, la tesi di laurea per chiunque si sia mai cimentato con le sei corde. Les Paul è morto all’età di 94 anni a White Plains, nello stato americano di New York. Era ricoverato in ospedale per le complicazioni derivanti da una polmonite.
Se ne va un pezzo della storia del rock, anzi l’inventore di uno degli strumenti che l’ha resa possibile: da Bob Marley a Eric Clapton, da Neil Young ai Guns N’Roses, fino a Edge degli U2 sono numerosissimi i musicisti che hanno legato le loro canzoni e la loro presenza scenica alla Les Paul.
Lui, Lester, alla musica si era accostato da ragazzino, negli anni della Grande depressione con preferenza per il Jazz e il Country. Poi aveva iniziato a inventare, cominciando a sperimentare le incisioni sovrapposte, per giungere alla progettazione della Les Paul negli anni ’40. I prototipi Lester li costruì da solo in una fabbrica aperta per lui il sabato, quando ai macchinari non c’erano operai.
Poi all’inizio degli anni ’50 il sodalizio con la Gibson, e l’uscita della chitarra sul mercato nel ’52. Fender da una parte, Gibson Les Paul dall’altra: le due chitarre simbolo del rock divennero quasi religioni contrapposte per gli appassionati, intrecciando storia, produzione e imitazioni fino a oggi. Polfus da parte sua ha continuato a suonare e sperimentare, arrivando a incidere oltre 40 album, molti dei quali in tandem con la moglie.
Ma il suo nome resterà per sempre legato alla forma della chitarra elettrica con la spalla mancante, la cassa in mogano e la tastiera in palissandro, fucina da oltre mezzo secolo di suoni ed emozioni. (13 agosto 2009)"

1 commento: